Arcaio

La passione di Paolo per gli archi nasce vent’anni fa. Dice Paolo : Lavorando del legno di frassino, di tasso, di corniolo, di nocciolo acacio e olmo, ottenevo degli archi monocorpo che però dopo aver lanciato qualche centinaia di frecce, perdevano di potenza. Erano sì dei begli archi, ma non mi davano piena soddisfazione!

Mi sono in seguito documentato, leggendo diversi trattati sugli archi lunghi “long bow” ed ho iniziato l’avventura di costruire degli archi compositi, con più strati e più qualità di legno, ottenendo così archi di una certa efficacia; archi che dopo aver lanciato qualche decina di migliaia di frecce, perdevano in potenza solo qualche libbra.

Oggi organizzo tornei di tiro con “arco storico”, simulazione di caccia al cinghiale, mettendo a disposizione una ventina di archi, frecce, dando la possibilità a tutti di potersi cimentare con il tiro con l’arco storico.

Oltre agli archi mi piace ricostruire vecchie “macchine da lavoro” perfettamente funzionanti; la mia ultima “creazione” è un tornio a pedale rotante per lavorare il legno con cui ho realizzato pezzi degli scacchi, ciotole, candelabri, trottole e tanti altri oggetti che lavoro quando porto nelle feste e sagre i miei attrezzi.

Neri Gianpaolo